Prestiti a pensionati ( INPS, INPDAP )

Cessione del Quinto per pensionati  ( INPS, INPDAP )

Quando hai raggiunto l’età della pensione puoi avere ancora tanti progetti da voler realizzare. Potresti voler dare magari una mano ai tuoi figli o ai tuoi nipoti a realizzarli e metterli in pratica in maniera più semplice per loro. Ecco perché anche se sei pensionato e hai bisogno di un finanziamento puoi ricorrere ai prestiti per i pensionati, soluzioni appositamente pensati sia che tu sia pensionato INPS o pensionato INPDAP.

Finanziamenti a pensionati

Le soluzioni di prestiti a pensionati possono essere richieste in maniera molto semplice e veloce, presentando semplicemente una copia della tua carta di identità, il codice fiscale e una copia del tuo cedolino della pensione. Sulla base di questi dati la società finanziaria decide di emettere o meno il finanziamento in tuo favore. Anche se dovessi essere segnalato come cattivo pagatore puoi sempre avere accesso a dei prestiti per pensionati a condizioni vantaggiose.

Dopo aver ottenuto la somma di denaro, la rata mensile viene rimborsata secondo la modalità della cessione del quinto, ovvero tramite trattenuta direttamente dalla tua pensione. La stessa rata mensile viene poi versata dall’ente pensionistico direttamente alla finanziaria che ti ha concesso il finanziamento. In questa maniera tu puoi stare sempre tranquillo e non aver preoccupazioni di sorta.

INPS

I prestiti a pensionati INPS sono concessi a tutti coloro che ricevono la pensione di vecchiaia da questo ente. Sono escluse invece le pensioni di invalidità, che non danno diritto alla possibilità di richiedere prestiti per i pensionati.

INPDAP

I prestiti per i pensionati INPDAP, invece, sono richiesti da tutti coloro che hanno lavorato per il settore pubblico e sono iscritti a questo ente.

In questo caso la somma massima del prestito viene calcolata in base alla durata dello stesso:

  • 1 mensilità netta di pensione per durate di 12 mesi
  • 2 mensilità per durate di 24 mesi
  • 3 mensilità per durate di rimborso di 36 mesi.

Come già accennato precedentemente, non solo i lavoratori dipendenti possono aver accesso ai prestiti: ma da diversi anni oramai l’erogazione di un prestito è concessa anche alla categoria dei pensionati.
Fino a qualche anno fa, l’unica via per ottenere un finanziamento da parte di un pensionato era la richiesta di un prestito personale. Oggi invece esistono diverse soluzioni anche se le pratiche burocratiche sono sicuramente più lunghe rispetto ai lavoratori dipendenti.
La variabile principale di un prestito a un pensionato è sicuramente l’età del richiedente; ma un fattore molto importante è anche il consueto rapporto tra l’importo richiesto per il finanziamento e il totale della somma percepita dal richiedente a titolo di pensione.

Particolarmente favorevoli inoltre, sono le condizione normalmente concesse ai pensionati ex statali; e non solo tramite i prestiti INPDAP.
La documentazione necessaria non è molto diversa da quella che bisogna presentare per un semplice prestito personale; e l’importo normalmente finanziabile è legato alla pensione mensilmente percepita.
Le ultime leggi vigenti in materia di cessione del quinto dello stipendio è stata estesa anche ai pensionati che quindi possono ottenere un prestito utilizzando una parte della loro pensione per estinguere il debito.

Showing the single result